Arrivederci serie C! La Frattese vince ad Ischia 5-2

Non ce l’ha fatta la Futsal Ischia a salvare la categoria. Anche quest’anno i gialloblu non sono riusciti a raggiungere l’obiettivo stagionale. Non si può comunque dire che i ragazzi di Aniello Di Iorio non abbiano lottato fino alla penultima giornata in una stagione condizionata in maniera decisiva da infortuni soprattutto, in aggiunta a squalifiche tutt’ora inspiegabili. Gli alibi, dunque, ci sarebbero. Tuttavia, va rispettato ed accettato quello che è stato il responso del giudice supremo, ovvero il campo, che ha inflitto il massimo della pena: la retrocessione. Dal dire che si è trattato di una stagione sfortunata, si deve poi passare ad un’autoanalisi che comunque va fatta. Gli errori ci sono stati, spesso frutto dell’inesperienza e dell’età di una squadra che giovane lo è per davvero e non solo sui post pubblicati sui social. Questa retrocessione più di quella precedente sia un momento di crescita per i tanti giovani della Futsal e per chi, a gennaio, pensava di essere praticamente già salvo. Lo sport regala gioie, ma anche delusioni. Il bello è sapersi rialzare sempre perchè in fondo, come dice Mandela, “un sognatore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso”.  LA PARTITA. Con la Frattese, la Futsal si giocava l’ultima chance per continuare a sperare nei play-out. Ed invece a portare a casa la vittoria è l’Atletico Chiaiano. Il risultato finale di 5-2 in favore dei napoletani nasconde, in realtà, l’equilibrio che si è visto in campo per gran parte della gara. Soprattutto nel primo tempo, quando i gialloblu tengono testa ai ragazzi di mister Saviano e, anzi, meriterebbero anche qualcosa in più del 1-2 all’intervallo. A sette minuti dal fischio d’inizio della gara, la Futsal si divora un gol clamoroso con Luca Di Iorio: il difensore avversario va a vuoto, il giovane ischitano classe ’95 si trova davanti al portiere, ma la sua conclusione troppo centrale non va a buon fine. Dall’altra parte c’è bisogno di un vero e proprio miracolo di Schiano su Cesaro già pronto ad esultare con la porta praticamente vuota; il portiere isolano riesce ad opporsi all’ultimo instante. E’ un continuo botta e risposta tra le due squadre. All’11’ Fersian fallisce un’occasione importante nonostante fosse in uno contro uno con il portiere. Stessa sorte anche per la Frattese con Capasso che sbaglia tutto. Al minuto 16 passano in vantaggio i padroni di casa: Luca Di Iorio salta un avversario, scarica su Luigi Lubrano (in ritorno da oltre un mese di infortunio) che calcia di prima intenzione e mette a segno l’1-0. Dopo un primo quarto d’ora giocato ad alti ritmi, le due compagini rallentano e le occasioni sono davvero poche. La Frattese, quasi nulla dopo aver subito il gol, riesce a pareggiare al 25′: sul tiro di Mario Paolillo si fa trovare pronto sul secondo palo Marco Paolillo (1-1). Passano un paio di minuti e gli ospiti ribaltano la situazione grazie alla rete siglata da Tecame. Nel recupero capitan Lubrano potrebbe pareggiare i conti, ma la sua azione termina in un nulla di fatto. L’inizio di ripresa per i ragazzi di mister i Iorio è letteralmente shoccante. Tra il 6′ e il 7′, dopo che Marco Paolillo aveva colpito già un palo, la Futsal si ritrova sotto addirittura 5-1. La terza rete della Frattese è ad opera di Mario Paolillo, lasciato completamente solo dagli ischitani nel cuore dell’area. Venti secondi dopo va a segno Marco Paolillo saltando in ripartenza anche Schiano. Ed infine, un minuto dopo, c’è nuovamente gloria per Mario Paolillo, il quale indirizza in porta un tiro da posizione defilata. Dopo il black-out, la Futsal Ischia sembra mollare la presa. Curci prova a fare tutto da solo, ma in due/tre occasioni a dirgli di no è sempre il portiere Pezzullo. Al 24′ riesce solo ad accorciare le distanze il solito Vitale, ma le basi per una rimonta non ci sono. La Frattese vince 5-2  e consolida la propria posizione in zona play-out. Nulla da fare, invece, per gli isolani, scavalcati anche dalla Sammaritana. Per il momento i gialloblu sono penultimi e nell’ultima giornata potrebbero solo provare a scavalcare proprio la Sammaritana. Ma il distacco dalla sestultima sarebbe in ogni caso superiore ai nuove punti e quindi la Futsal è matematicamente in serie D. La società del patron Ciro Agnese è già pronta a ripartire. Ora, però, c’è da pensare alla salute degli infortunati  Vitale e Iacono (loro su tutti), oltre a quella di Onorato e Zabatta. Da segnalare che anche oggi, a parte i già citati infortunati, mancavano pure Acatrinei e Di Meglio G. (squalificati), oltre a Giuseppe Buono per motivi personali. La gara si sarebbe dovuta giocare dopo Pasqua, ma per ragioni ancora non chiare la ventiquattresima giornata è stata anticipata ad oggi con soli tre giorni di preavviso. Insomma, quest’anno non bastavano gli errori e la sfortuna per la Futsal, si è aggiunta pure l’incompetenza di chi organizza. Nonostante tutto, la passione non potrà mai scomparire e quindi si ripartirà dalla serie D. Onore a questi ragazzi che hanno dato l’anima per la maglia che indossavano ed a staff tecnico e dirigenziale che in loro hanno sempre creduto. Dopo la sosta per le festività pasquali, ci sarà da affrontare proprio lo Stabia per cercare di evitare quantomeno la penultima posizione. Dopodiché avrà inizio la lunga estate della Futsal.  C’è un futuro da programmare.

 

FUTSAL ISCHIA  2

ATLETICO FRATTESE  5

 

F.ISCHIA: Schiano, Lubrano G., Vitale, Lubrano L., De Luise, Curci, Di Iorio M., Fersian, Di Iorio L., Buono, Castagliuolo. All. Di Iorio

A.FRATTESE: Pezzullo, Schiano, Tecame, Longobardi, Paolillo Mario, Capasso, Chiacchio, Del Prete, Cesaro, Paolillo Marco, Cammisa. All. Saviano

ARBITRO: Imperatore di Ercolano

MARCATORI: Lubrano L., Vitale (FI); Paolillo Marco(2),  Paolillo Mario (2), Tecame (AF)

NOTE: Ammonito Schiano (AF)